Hot Wood

Fin dagli albori il legno è stato parte integrante della vita dell’uomo e senza di esso probabilmente l’intera umanità non si sarebbe evoluta fino ad oggi.

Probabilmente il fuoco è stato uno dei primi utilizzi del legno, ma presto si compresero le innumerevoli qualità e potenzialità di questo dono della natura. Recipienti, utensili e oggetti d’arredamento hanno sviluppato l’arte della falegnameria fino ad oggi.

Con il legno erano edificate le palafitte e le capanne, grazie al peso leggero anche i tetti e i solai delle abitazioni popolari romane (insulae) di 4-5 piani.

Le imbarcazioni per molti secoli sono state costruite interamente in legno. Ma di legno erano costruiti anche i ponti tibetani, il ponte Sublicio realizzato a Roma nel 600 a.C., ed ancora il ponte sul Danubio nella Bassa Ungheria che pare sia stato ordinato dall’imperatore Traiano, e molti altri.

 

Con il legno del Libano furono costruite le intelaiature e gli elementi portanti del tempio di Gerusalemme, le coperture e le trabeazioni dei templi greci e romani.

Intere città in oriente, Cina, Thailandia, Giappone erano costruite in legno e sopravvivono ancora oggi.

Molte religioni spesso fanno riferimento alla struttura di un albero per richiamare metaforicamente quella dell’uomo. Nella Teoria dei 5 Elementi il Legno corrisponde alla Primavera, periodo di impulso e novità, e si esprime attraverso la qualità dei muscoli e dei tendini, le cui fibre e strutture sono simili al mondo vegetale.

Nelle Arti Orientali spesso si fa riferimento alla capacità di “radicarsi” nel terreno, assorbire l’energia della Terra, alla stabilità, qualità che ritroviamo nelle piante che attraverso le radici si nutrono di sali minerali della terra.

 

Analogamente i rami costituiscono “le braccia” e mantengono una certa flessibilità e capacità di movimento, mettendosi in contatto con il Cielo ed il Sole da cui traggono nutrimento attraverso la fotosintesi.

 

La corteccia costituisce la “pelle” dell’albero che lo difende dagli agenti esterni, mentre nella parte più centrale e profonda scorre una sorta di Colonna Vertebrale chiamata “durame” o “cuore” nel quale vengono immagazzinate le componenti nutritive, ed attraverso il quale scorre la linfa vitale.

 

Le caratteristiche del Legno e del mondo vegetale in genere sono innumerevoli e forse ad oggi non tutto è stato compreso circa la rete di relazione che esiste tra tutte le piante e tra loro e l'ambiente.

 

Tuttavia, nel nostro mondo moderno proiettato alla continua scoperta ed alla informatizzazione, le caratteristiche del mondo vegetale continuano ancora oggi a stupirci.

I progetti costruttivi ed energetici più moderni ed innovativi sono spesso ispirati a modelli del mondo vegetale da cui hanno attinto principi ed equilibri già perfetti, facendoci così riflettere e comprendere che forse nulla di ciò che l’uomo ha creato in realtà non esistesse già in Natura.

Recenti studi hanno anche dimostrato non solo la capacità di reazione delle piante agli stimoli esterni, ma anche la connessione tra le piante attraverso un sistema di “dialogo” a noi ancora sconosciuto.

 

Oggi ci sono molte teorie, ma probabilmente quando un giorno gli studiosi riusciranno a capire e a dimostrare che tutte le piante del pianeta sono “in comunicazione” tra di loro attraverso un sistema di interconnessione che oggi viene solo ipotizzato, al confronto la rete internet sembrerà obsoleta e superata.

 

Analogamente quindi possiamo dire che tutto ciò che abbiamo compreso sul legno forse era già presente nella parte più profonda di noi grazie alla nostra continua e lunga "convivenza" con questo materiale sin dagli albori del tempo, e quindi ecco che il tocco di questo prezioso elemento direttamente sulla pelle rievoca emozioni ancestrali, quasi sopite.

Il Legno conserva il calore a lungo, e l’operatore esegue manovre di scivolamento, frizioni e pressioni mirate e profonde, che donano un diffuso stato di benessere e rilassamento.

Il massaggio Hot Wood è ideale per decontrarre in profondità i muscoli che presentano situazioni di affaticamento provocate da intensa attività sportiva o da errate posture mantenute per prolungati periodi di tempo.

In questo caso il beneficio è provocato dalla particolare manualità con cui vengono maneggiati gli strumenti di legno i quali, agendo in profondità ma su una superficie più ampia rispetto alla digitopressione, evitano il classico dolore provocato dalle tecniche decontratturanti manuali.

 

Si ha inoltre una immediata ossigenazione della parte superficiale dell'epidermide che consente una migliore circolazione sanguigna con conseguente eliminazione dei ristagni localizzati.

 

Hot Wood sarà un piacevole viaggio dentro noi stessi, una riscoperta della parte più intima di noi.

Desiderate fissare un appuntamento?

Compila il modulo

o chiama al numero:

Cellulare: 320-3542637

 

Si riceve solo su 

appuntamento.

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Web Designer by Mirco Frusciante

Chiama

E-mail

Come arrivare